Ricerca Avanzata
Visite
2831
Data aggiornamento: 2011/08/21
Domanda concisa
Chi non può sposarsi perché deve proseguire con gli studi, e per questo motivo compie una cattiva azione (autoerotismo), cosa deve fare?
Domanda
Salve, vorrei proseguire con gli studi per aumentare la qualità del mio lavoro e lo stipendio, però onde non praticare l’autoerotismo, dovrei sposarmi, e questo, data la mia intenzione di continuare gli studi, non è possibile. Se non proseguissi con gli studi, dovrei accontentarmi del basso stipendio del mio lavoro attuale fino alla fine dei miei giorni e sopportarne tutte le difficoltà. Questo potrebbe avere delle conseguenze negative, per esempio essere impaziente con mia moglie … per favore guidatemi.
Risposta concisa

Dal punto di vista islamico il matrimonio e la formazione di una famiglia rivestono un’importanza particolare e sono il miglior mezzo per mantenere la castità e controllare gli istinti sessuali, al fine di essere in pace e avanzare verso la perfezione religiosa da cui consegue la beatitudine mondana e dell’Aldilà. Se un individuo sente il bisogno di sposarsi, l’Islam ritiene che il matrimonio per lui sia obbligatorio, e quindi, non può astenersi da esso per proseguire con gli studi e per timore di uno stipendio ridotto. Certo, se una persona può controllare i propri istinti sessuali, affidandosi a Dio e con dei programmi precisi, per un po’ di tempo può ritardare il proprio matrimonio. In ogni caso dobbiamo ricordare che l’aumento del sostentamento di tutte le persone, è nelle mani  di Dio l’Altissimo e, se qualcuno si sposa per evitare di disobbedirGli, Iddio in qualche modo aumenterà il suo stipendio e risolverà i problemi della sua vita.

Risposta dettagliata

Dal punto di vista islamico, il matrimonio e la formazione della famiglia rivestono una particolare importanza, poiché da un lato lo considera un mezzo per mantenere la castità, controllare gli istinti sessuali, avere pace e avanzare verso la perfezione religiosa; da un altro biasima il monachesimo (l’abbandono del mondo e dei suoi piaceri) poiché è un ostacolo che impedisce di raggiungere la perfezione e la beatitudine. Secondo l’Islam il matrimonio è positivo ed è un atto meritorio e, se un individuo sa che non sposandosi commetterebbe peccato, allora il matrimonio per lui diventa obbligatorio[1].

Il Profeta dell’Islam (S) disse: “O giovani, chi di voi ne ha la possibilità scelga un coniuge, poiché il matrimonio protegge meglio l’occhio dal non-mahram e dona una castità migliore …”[2]

Nell’Islam vengono enfatizzati gli aspetti positivi del matrimonio: esso è un mezzo di pace e la fonte dell’amore. Quando con il matrimonio vengono controllati gli istinti sessuali e viene equilibrato lo spirito apprensivo caratteristico dei giovani, si possono comprendere meglio le realtà della vita e avanzare più rapidamente verso la religione e la propria beatitudine. La pace del matrimonio la comprende meglio chi ha sofferto la solitudine e ha provato la confusione della vita da single, e altresì conosce lo spirito angosciato dei giovani non sposati.

Considerando che dal punto di vista islamico il matrimonio diventa obbligatorio per colui che ne sente il bisogno, non ci si può astenere da esso per continuare gli studi o il timore di uno stipendio ridotto. In molti hadìth del Profeta (S) è stato riportato che se un individuo è povero e si sposa, Iddio lo renderà indipendente tramite la Sua grazia e risolverà i suoi problemi economici e materiali[3].

I giovani che sentono il bisogno di sposarsi devono pertanto unirsi in matrimonio, tuttavia occorre considerare anche che: prima di tutto non devono sposarsi con una ragazza la cui famiglia, economicamente e dal punto di vista delle aspettative, sia inferiore; secondo, si astengano dalle questioni non necessarie, le formalità e il peccato, poiché se lei si comporterà in questo modo, certamente Iddio le elargirà la Sua grazia.

Se per questi giovani non è possibile sposarsi in nessun modo, si può usufruire, affidandosi a Iddio, dei consigli di seguito riportati per evitare l’autoerotismo:

1.     Essere seriamente decisi ad abbandonare questo vizio.

2.     Evitare assolutamente di vedere foto o film eccitanti.

3.     Scegliere con attenzione i propri amici, che non siano persone che invitano a questo tipo di azione. Evitare inoltre le amicizie proibite con il sesso opposto.

4.     Evitare di fantasticare e cercare sempre di tenersi occupati in attività utili (leggere libri non eccitanti, praticare sport pesante, ecc.), non dimentichi altresì che stare in ozio può portare a fare di tutto.

5.     Cerchi, ove possibile, di non rimanere solo.

6.     Il digiuno è molto utile al fine di controllare i propri istinti e rafforzare la propria volontà. Se non può digiunare, cerchi di non esagerare nel mangiare o almeno di non coricarsi avendo mangiato più del dovuto.

7.     Evitare di mangiare cibi che stimolano l’istinto sessuale (banane, cioccolata, fichi, datteri, cipolle, pepe, uova, carne rossa, cibo grasso, ecc.).

8.     Tenere sempre vuota la vescica.

9.     Prima di dormire, si dedichi alla lettura e non dorma supino.[4]

Speriamo che affidandosi a Dio e  rafforzando la sua volontà, lei abbia successo nella lotta al peccato e la deviazione se Iddio vuole.



[1] Tawdhih al-Masa'il (Al-Mahasshi lil-Imam al-Khomeini), vol. 2, pag. 449, Ahkam nekah ya ezdevaj va zanashui e questione 2443.

[2] Mustadrak al-Wasa'il, vol. 2, pag. 531, hadìth 21, vecchia ed.

[3] Al-Kafi, vol. 5, pag. 331:

"التَّمِیمِیِّ عَنْ مُحَمَّدِ بْنِ جَعْفَرٍ عَنْ أَبِیهِ عَنْ آبَائِهِ ع قَالَ قَالَ رَسُولُ اللَّهِ ص مَنْ تَرَکَ التَّزْوِیجَ مَخَافَةَ الْعَیْلَةِ فَقَدْ أَسَاءَ ظَنَّهُ بِاللَّهِ عَزَّ وَ جَلَّ إِنَّ اللَّهَ عَزَّ وَ جَلَّ یَقُولُ إِنْ یَکُونُوا فُقَراءَ یُغْنِهِمُ اللَّهُ مِنْ فَضْلِهِ‏"

[4] Estratto dalla domanda “Abbandonare il peccato della masturbazione”.

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Numero di commenti 0
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    24465 Diritto e Precetti
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    23132 Teologia antica
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    21419 Etica pratica
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    18641 Teologia antica
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    14995 Diritto e Precetti
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    14929 Etica
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    14230 Esegesi
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    13834 Diritto e Precetti
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    13249 Teologia antica
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Perché durante il pellegrinaggio alla Mecca dobbiamo indossare l’ahram?
    12742 Filosofia del diritto e dei precetti
    Il pellegrinaggio alla Mecca è ricco di segreti e segni che inducono l’essere umano a riflettere e lo guidano verso la sua natura intrinseca. Durante il pellegrinaggio è meglio prestare attenzione, passo per passo, all’aspetto esoterico ed essoterico delle azioni, infatti, da un punto di vista essoterico ...